close icon
page-title
Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole.
Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole.

Dettagli

  • Titolo originale: Sanctuary
  • Lingua originale: Inglese
  • Paese di produzione: Francia, Stati Uniti
  • Regista: Rumble Films

Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole. 2023 Streaming HD

star6.2
156Valutazioni
date2023
date1h 36m

Commenta

  • avatar

    NotteCinematografica

    |13 ore fa
    Si fa bene dopo una giornata di merda al lavoro 🍿
  • avatar

    MaratonaSerie

    |7 giorni fa
    Pensavo che il sito fosse down ma basta cliccare sulle pubblicità
  • avatar

    SerataDiFilm

    |10 giorni fa
    A parte i bei panorami, solo una merda.
  • avatar

    ventoGelido

    |11 giorni fa
    Credo che avrei preferito guardare Robe Complicate a questo punto
  • avatar

    LadFan21

    |11 giorni fa
    Ha ancora qualcosa nonostante siano passati tanti anni hmm stiamo invecchiando tutti?
  • avatar

    MarioLalio

    |12 giorni fa
    Solo sostituzioni di personaggi con altri più "politicamente corretti" ovunque, no ma odio quando deve essere tutto così perché non era così per cui mio nonno ha combattuto!!!
  • avatar

    FortNite2

    |12 giorni fa
    Che essere orribile Che
  • avatar

    CineVibes

    |12 giorni fa
    Non ho capito perché tutti sfrenavano per Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole. alle medie, per me era un po' troppo overhypato
  • avatar

    CineAmico

    |12 giorni fa
    Un film pazzesco

Trailer ufficiale

Indice

Sanitario 2023 La trama del thriller psicologico

Sanctuary è un thriller psicologico del 2023 che vede protagonista un gruppo di amici che si ritrovano in un resort di lusso isolato per una vacanza. Ma le cose prendono presto una svolta inquietante quando iniziano a verificarsi eventi inspiegabili e pericolosi.

La trama segue Sophie, una giovane donna tormentata dal suo passato travagliato, che accetta l'invito del suo fidanzato e di alcuni amici a trascorrere un weekend in un lussuoso centro benessere immerso nella natura. Quello che doveva essere un rilassante ritiro si trasforma presto in un incubo quando il gruppo si ritrova intrappolato e braccato da una presenza maligna.

Mentre tentano disperatamente di sopravvivere, vengono alla luce oscuri segreti e Sophie è costretta ad affrontare i propri demoni interiori. Sanctuary esplora il lato più oscuro dell'animo umano in un crescendo di tensione che terrà gli spettatori col fiato sospeso fino alla sorprendente rivelazione finale.

La sceneggiatura adopera sapienti colpi di scena e una caratterizzazione psicologicamente densa per trasformare quella che sembra una tranquilla vacanza in un viaggio angosciante agli abissi della mente umana. Il ritmo serrato e la fotografia cupa contribuiscono a creare un'atmosfera soffocante che non lascerà indifferente.

Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole.

Il cast stellare nel film di Sanctuary

Uno degli elementi di forza di Sanctuary è sicuramente il cast di livello che vede la partecipazione di star affermate, affiancate da giovani talenti emergenti.

Nei panni della tormentata Sophie troviamo la bravissima Jessica Brown, attrice britannica nota per i suoi ruoli in produzioni di successo come La mia vita con John F. Donovan e Sentieri Selvaggi. Il suo perfetto mix di vulnerabilità e tenacia rende il personaggio di Sophie estremamente credibile e accattivante.

Il fidanzato di Sophie è interpretato da Matt Dillon, attore e sex symbol hollywoodiano che non ha bisogno di presentazioni. La sua presenza conferisce fascino e carisma ad un personaggio che si rivelerà tutt'altro che trasparente.

Nei panni degli amici del gruppo troviamo volti noti come Alicia Vikander, Gaspard Ulliel e Nicholas Hoult, perfetti nel dare vita ad una compagnia apparentemente affiatata ma che nasconde in realtà fragilità e conflitti interiori.

Il cast corale dà vita ad interpretazioni intense e sfaccettate, rendendo i personaggi estremamente realistici nelle loro debolezze e contraddizioni. Le loro interazioni e dinamiche sono il motore narrativo che guida lo spettatore in un viaggio emozionante e imprevedibile.

Le location mozzafiato del film Sanctuary

Sanctuary è stato girato in una splendida tenuta immersa nella campagna toscana, e le maestose location naturali aggiungono fascino e contribuiscono a creare un'atmosfera unica.

La maggior parte delle riprese si sono svolte in un resort di lusso circondato da boschi e colline, il perfetto scenario per un weekend di relax che però si trasformerà ben presto in un incubo. I vasti interni della villa principale, arredati con gusto, e gli scenari incontaminati che la circondano, sono perfetti per evocare inquietudine e senso di isolamento.

Spettacolari vedute aeree mostrano il resort immerso nella natura selvaggia, sottolineandone la posizione remota. I campi lunghi sui sentieri nei boschi e le riprese notturne agghiaccianti enfatizzano il senso di vulnerabilità e pericolo.

La fotografia fa un uso magistrale del paesaggio toscano, che sembra mutare insieme all'evolversi della trama da idilliaco a minaccioso. Le location di Sanctuary sono a tutti gli effetti un personaggio a sé e contribuiscono in maniera decisiva all'efficacia narrativa e visiva del film.

La colonna sonora inquietante di Sanctuary

La colonna sonora di Sanctuary, curata dal compositore premio Oscar Michael Giacchino, è un elemento chiave che accentua sapientemente la tensione e l'inquietudine che permeano la pellicola.

Sin dai primi minuti le melodie cupe e sospese di archi, pianoforti e sintetizzatori comunicano un senso di minaccia e presagio. Man mano che la trama si fa più torbida, la musica diventa più cupa e angosciante, con l'uso di cluster dissonanti, ritmi irregolari e strumenti graffianti.

Le note sinistre che accompagnano le sequenze più disturbanti si imprimono nella mente dello spettatore, amplificando l'orrore suggerito dalle immagini.

Nel complesso la colonna sonora evoca una costante sensazione di ansia e pervade ogni scena di un'inquietudine sottile e ineluttabile. È un accompagnamento sonoro perfettamente calibrato, che sfrutta le potenzialità emotive della musica per immergere lo spettatore in un vortice di paura e tensione.

Sanctuary - Lui fa il gioco. Lei fa le regole.

Il regista esperto dietro Sanctuary

La regia di Sanctuary è firmata dal pluripremiato regista britannico Christopher Smith, che porta la sua esperienza nel cinema di genere per creare un thriller psicologico di rara intensità.

Smith è noto per film come Detention - Il terrore ti aspetta, Triangle e Black Death, che dimostrano la sua maestria nel costruire storie avvincenti con una forte impronta visiva. In Sanctuary dirige con mano ferma la narrazione ambigua, dosando sapientemente momenti di quiete apparente e improvvise esplosioni di violenza.

La sua abilità nel modellare l'atmosfera attraverso l'uso del sonoro e del montaggio ritmico è evidente in ogni scena, creando un continuo crescendo di tensione nello spettatore. I numerosi colpi di scena sono gestiti con tempismo perfetto per massimizzarne l'impatto emotivo.

Smith dimostra ancora una volta di saper padroneggiare i codici del cinema di tensione, portando il pubblico a vivere un'esperienza profondamente coinvolgente e destabilizzante.

Perchè Sanctuary è il film da vedere

Sanctuary è un thriller claustrofobico e angosciante che offre uno sguardo inquietante sugli abissi della psiche umana. La trama avvincente, le interpretazioni intense e la regia visceralmente efficace lo rendono un film imprescindibile per gli amanti del genere.

Jessica Brown conferma il suo talento in un ruolo complesso che richiede di comunicare disagio, tenacia e forza interiore. Il cast d'eccezione regala veridicità ed empatia a personaggi tormentati e ambigui.

La fotografia sfrutta appieno la bellezza e l'isolamento delle location per evocare una costante sensazione di minaccia. La colonna sonora angosciosa amplifica ulteriormente la tensione psicologica.

Christopher Smith plasma il materiale grezzo di tensione, follia e inquietudini interiori in un film dal ritmo serrato, che alterna momenti di apparente tranquillità e improvvise esplosioni di terrore. Sanctuary è un'esperienza cinematografica costruita per tenere lo spettatore col fiato sospeso e condurlo in un viaggio agli abissi della mente umana.

Perché Sanctuary è il thriller psicologico da vedere

Sanctuary è un thriller che ti tiene col fiato sospeso dall'inizio alla fine. La trama originale e i colpi di scena ben congegnati ti terranno incollato allo schermo per tutta la durata del film.

Il cast stellare, con nomi come Jessica Brown e Matt Dillon, regala interpretazioni intense e realistiche che rendono ogni personaggio credibile e accattivante. Le location mozzafiato enfatizzano il senso di isolamento e vulnerabilità.

La regia esperta di Christopher Smith dosa sapientemente i momenti di quiete e le improvvise esplosioni di violenza per tenere sempre alta la tensione psicologica. La colonna sonora angosciante amplifica il senso di minaccia e inquietudine.

Se ami i thriller che scavano nella psiche umana pieni di tensione e colpi di scena, Sanctuary è il film che devi assolutamente vedere. Lasciati trasportare in un viaggio estremo che ti lascerà senza fiato.

6 Film Simili

Valuta il film o la serie

fill-star
fill-star
fill-star
fill-star
fill-star
fill-star
outline-star
outline-star
outline-star
outline-star
Valutazione: 6 Numero di voti: 156

Condividi